Tag

, , ,

Entrare solo un paio di mesi fa nella Cava della Casa dell’Architettura, era tutt’altra esperienza. La Cava infatti ospitava un’altra installazione, quella di Alicè che aveva dipinto con temi e spirito del tutto differenti.

Il titolo era “Cave of Tales”, la Cava dei racconti, e i toni non erano così accesi. Tutto si giocava sul bianco e nero e loro sfumature. Solo la speranza volava in giro in colore carminio sotto forma di pesci volanti o di farfalle.

Lo stesso rosa carminio delle labbra della bambina che seppure assonnata non riusciva a dormire e rimaneva sospesa tra sonno e veglia, con espressione capricciosa e contrariata.

DSCN6257

Cave of Tales (particolare) – Alicè – Casa dell’Architettura

E’ notte nella Cava, una notte con poche e rade stelle, ma c’era, nella Cava, anche la giovane donna addormentata che rimaneva attaccata ai sogni, ma “solo a quelli che non fanno star male”, che son quelli dei bambini e sono quelli delle donne.

DSCN6279

Cave of Tales (particolare) – Alicè – Casa dell’Architettura

Quei sogni dolcissimi e radicati in cui le donne così frequentemente si rifugiano e dai quali traggono la forza per girare le spalle alla loro gabbia e liberarsene una volta e per sempre, senza alcun rimpianto.

DSCN6269

Cave of Tales (particolare) – Alicè – Casa dell’Architettura

Quei sogni così forti che permettono alle donne di prendere per mano le figlie (o i figli) che son quasi sorelle e crescere con loro e sognare con loro ed accompagnarle nei loro sogni.

Cave of Tales (particolare) - Alicè - Casa dell'Architettura

Cave of Tales (particolare) – Alicè – Casa dell’Architettura

La Cava quindi era un luogo di sogni dolci e tranquillizzanti? Di storie pacate che si possono raccontare ai bambini prima che il sonno arrivi?

Non credo lo si possa dire, perché la Cava raccontava anche altro. Le pareti parevano bisbigliare negli orecchi di chi era disposto ad ascoltare.

Perché le donne di Alice certamente sognano, ma sono anche donne che hanno difficoltà a vedersi proiettate nel futuro,

Cave of Tales (particolare) - Alicè - Casa dell'Architettura

Cave of Tales (particolare) – Alicè – Casa dell’Architettura

sono anche donne tradite dai loro sogni e che fanno fatica a sorridere,

sono anche donne che devono mascherarsi, che non sembrano tanto felici di farlo e che hanno però tanto dell’eroina da fumetto, figura positiva e risolutiva a volte soprattutto delle vite altrui.

Cave of Tales (particolare) - Alicè - Casa dell'Architettura

Cave of Tales (particolare) – Alicè – Casa dell’Architettura

Sono tutte donne dolci e bellissime, che la notte rende più fragili.

Gli uomini sono quasi assenti. Restano sullo sfondo (che cosa rara) incapaci come sono di allungare una mano.